Cefalo In Graticola


Recensioni

  • (0 /5)
  • (0 Voti)

Istruzioni

  • 1. Di dimensioni variabili dai 30 ai 70 centimetri, con un corpo affusolato, ricoperto di squame fitte e non facili da asportare
  • 2. I colori vanno dal grigio scuro del dorso fino al bianco argenteo del ventre, con riflessi dorati a seconda della specie
  • 3. Le più importanti dal punto di vista gastronomico sono cinque: 'volpina', 'dorato', 'bosega', 'calamita', 'verzelata'
  • 4. Se pescato in mare aperto avrà carni di buon sapore; se in prossimità di fiumi avrà sentore di fango
  • 5. Ha generalmente carni sode, semigrasse, con poche spine
  • 6. Le sue parti più pregiate sono il fegato e le ovaie: con queste viene preparata la bottarga
  • 7. 700 g di prodotto danno 727 calorie
  • 8. Mettete le fette di pesce su un piatto e irroratele d'olio, spolverizzatele con sale, pepe e origano e lasciatele marinare per circa un'ora
  • 9. Trascorso questo tempo, ponete sul fuoco una graticola e, quando sarà ben calda, sistematevi sopra le fette di cefalo
  • 10. Cuocetele bene e lentamente da ambo le parti
  • 11. Nel frattempo mettete il rimanente olio in una tazza, unite il prezzemolo tritato il succo di un limone, sale e pepe e con una forchetta sbattete accuratamente
  • 12. Appena le trance di pesce saranno cotte, disponetele su un piatto da portata, irroratele con la salsina preparata e servite.

Lo chef

RicetteCulinarie

Abbiamo creato questo sito per dare sfogo al piccolo Chef che c’è in ognuno di noi, alzi la mano chi non si è sentito un po’ Cracco quando ha usato ...