• Pasta All'uovo Per Tagliatelle, Pappardelle, Tagliolini, Maltagliati

Pasta All’uovo Per Tagliatelle, Pappardelle, Tagliolini, Maltagliati

Pasta All’uovo Per Tagliatelle, Pappardelle, Tagliolini, Maltagliati


Recensioni

  • (0 /5)
  • (0 Voti)

Istruzioni

  • 1. Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, spolverizzatela con un po' di sale e rompetevi nel mezzo le uova
  • 2. Cominciate ad intridere la farina con le uova, buttandone man mano delle piccole quantità dai bordi della 'fontana' nell'interno del 'cratere' e impastando con la punta delle dita
  • 3. Quando la farina avrà assorbito completamente le uova, iniziate a lavorare la pasta ottenuta (che all'inizio tenderà un po' a sgretolarsi) con tutte e due le mani, stendendola in avanti, allargandola e ripiegandola a panetto: lavoratela con una certa energia per almeno 10 minuti, fino a che sarà diventata liscia ed elastica
  • 4. Ricordatevi, di tanto in tanto, di infarinare la spianatoia
  • 5. Formate un panetto, copritelo con un panno appena umido e lasciatelo riposare per un tempo variabile da 30 a 60 minuti
  • 6. Conclusa questa fase, potete procedere alla preparazione di tagliatelle, tagliolini, pappardelle, farfalline, ecc
  • 7. I procedimenti sono diversi
  • 8. Se siete abbastanza abili, potete stendere la pasta in un'unica grande sfoglia, lavorandola con il mattarello da tutte le parti, in modo da assottigliarla e darle uno spessore uniforme
  • 9. Se, viceversa, avete poca esperienza, vi consigliamo di dividere il panetto in due o tre parti e stendere delle piccole sfoglie (lasciando però la pasta in attesa sempre ben coperta, perché altrimenti potrebbe seccare)
  • 10. Man mano che le sfoglie sono stese, adagiatele su un canovaccio pulito infarinato
  • 11. Quando saranno tutte pronte, arrotolatele e tagliatele nella forma desiderata
  • 12. Le tagliatelle possono avere una larghezza variabile dal mezzo centimetro al centimetro o poco più; i tagliolini devono essere invece molto più sottili (un paio di millimetri circa)
  • 13. Questi due tipi di pasta vanno tagliati con un coltello, come pure le lasagne che devono avere la forma di un rettangolo di cm 12 x 7
  • 14. Le pappardelle vanno ritagliate con la rotella dentellata in strisce larghe da 2 a 3 centimetri
  • 15. Per ottenere delle farfalline, riducete la sfoglia a strisce, come se doveste fare le pappardelle, poi dividete ogni striscia in rettangoli di 4-5 centimetri e pizzicate ogni rettangolo nel mezzo
  • 16. I maltagliati sono delle strisce di pasta tagliate a losanghe irregolari
  • 17. Se per fare la sfoglia volete adoperare la macchina della pasta, dividete il panetto in più parti; fate poi passare le singole porzioni tra i rulli lisci (inizialmente piuttosto aperti e poi sempre più ravvicinati), fino ad ottenere delle sfoglie quasi rettangolari dello spessore desiderato; dopodichè sostituite i rulli lisci con quelli 'rigati' per tagliare la pasta nel formato voluto
  • 18. Esistono comunque anche delle macchine per la pasta dove non è necessario cambiare i rulli, ma basta spostare delle piastre per passare da un rullo all'altro
  • 19. Quando avrete preparato tagliatelle o altro, sparpagliatele sulla spianatoia, lasciandole asciugare per un po' prima di buttarle nell'acqua bollente salata
  • 20. I tempi di cottura sono generalmente molto bassi e variano a seconda dello spessore della pasta: i tagliolini e le farfalline richiedono meno tempo rispetto a tagliatelle, pappardelle, maltagliati e lasagne.

Lo chef

RicetteCulinarie

Abbiamo creato questo sito per dare sfogo al piccolo Chef che c’è in ognuno di noi, alzi la mano chi non si è sentito un po’ Cracco quando ha usato ...