Crespelle Alla Crema D’arancia


Recensioni

  • (0 /5)
  • (0 Voti)

Istruzioni

  • 1. Preparate le crespelle
  • 2. Sbattete in una ciotola le uova intere con la farina bianca setacciata, un pizzico di zucchero e di sale; quando avrete ottenuto un composto perfettamente liscio ed omogeneo diluitelo con il latte freddo fatto scendere a filo, sempre mescolando con una piccola frusta
  • 3. Ponete sul fuoco una padella di ferro con il fondo del diametro di cm
  • 4. 24; ungetela con pochissima margarina e poi versate nel recipiente la sesta parte del composto di uova, distribuendolo uniformemente e formando una crespella piuttosto sottile
  • 5. Appena avrà preso colore nella parte sottostante voltatela e lasciate che anche da questo lato si colorisca; fatela poi scivolare sul tavolo di marmo pulitissimo
  • 6. Nello stesso modo confezionate altre cinque crespelle
  • 7. Mentre si raffreddano preparate la crema per la farcitura
  • 8. Sbattete in una casseruolina l'uovo intero con lo zucchero e la farina bianca; quando avrete ottenuto un composto perfettamente liscio e privo di grumi unite la scorza grattugiata dell'arancia e tutto il suo succo filtrato, il latte aggiunto alla panna e fatto scendere a filo, sempre mescolando con una piccola frusta
  • 9. Mettete il recipiente su fuoco basso e fate alzare alla crema l'ebollizione, senza mai smettere di mescolarla; toglietela dal fornello e distribuitela sulle sei crespelle, spalmandola con una spatola flessibile
  • 10. Arrotolatele formando come un lungo involtino, tagliandolo obliquamente a metà; deponeteli in ordine sopra un vassoio di porcellana, o altro piatto di portata adatto
  • 11. Fate sciogliere sul fuoco la marmellata di arance con una cucchiaiata d'acqua (o meglio ancora di un liquore all'arancia) e con essa pennellate le crespelle
  • 12. Potete guarnire il piatto con mezze fette d'arancia a divisione delle 2 file dì crespelle.

Lo chef

RicetteCulinarie

Abbiamo creato questo sito per dare sfogo al piccolo Chef che c’è in ognuno di noi, alzi la mano chi non si è sentito un po’ Cracco quando ha usato ...